L’Amorale

Credo nell’ignoranza, perché è molto più semplice vivere come mi viene imposto.

Credo nella disillusione, in quanto è troppo doloroso scoprire che alla fine i sogni rimangono tali.

Credo nel sentito dire, poiché è troppo impegnativo accertarmi della verità delle cose.

Credo nel fottere il prossimo, altrimenti alla prima occasione sarà lui a fottere me.

Credo in Dio, perché se dopo la vita non ci fosse nulla non avrebbe senso l’esistenza.

Credo nelle raccomandazioni, dato che non c’è niente di male nel ricevere un favore.

Credo nell’ipocrisia, visto che un finto sorriso può celare magnificamente ciò che penso davvero.

Credo nell’essere pessimisti, così quando me lo metteranno in culo sarò già preparato.

Credo nella vendetta, poiché non sopporto che un torto rimanga impunito.

Credo nell’amicizia interessata, in quanto non è altro che un reciproco scambio di favori nel tempo.

Credo nelle mezze verità, poiché la pura verità è troppo scomoda e le menzogne non vanno lontano.

Credo nel generalizzare, perché da opinioni ed esperienze simili posso sicuramente trarre leggi di vita universali.

Credo nell’arroganza, visto che tutte le persone umili hanno fatto una brutta fine.

Credo nell’aspetto esteriore, dal momento che una bella presenza può mascherare la pochezza che ho dentro.

Credo nel fare ciò che mi pare, dopotutto non è un mio problema se gli altri non l’hanno ancora capito.

Credo nella retorica, in quanto si può sistemare tutto con qualche parola altisonante.

Credo che nulla abbia valore, in quanto ogni cosa ha già un prezzo.

Credo nella debolezza dell’uomo, visto il mondo in cui viviamo sarebbe stupido credere il contrario.

Credo che non esista la coscienza, tanto il mal di stomaco è sempre un’ottima scusa per mascherare il rimorso.

Credo che la musica migliore sia quella che passano, perché è troppo faticoso prendermi la briga di scoprire cosa mi piace veramente.

Credo nell’integralismo, poiché provare ad accettare un diverso punto di vista è oltremodo fastidioso.

Ed infine credo nei canoni standard della bellezza, poiché se una mattina mi alzassi commosso per l’immensa tempesta che scatena nel mio profondo l’asimmetria di un difetto e scoprissi di non poter fare a meno della dolcezza che mi trasmette un’imperfezione..

..già, se quella mattina mi alzassi potrei finalmente essere fiero di ciò che sono e cominciare a credere in me.

Quella mattina, forse, credo che resterò a letto, dopo tutto.


Cave

Annunci

2 risposte a “L’Amorale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...