Uno scambio equo

“…In the southern extremities of the Cauca Valley, Colombia […] it is thought that by illicitly baptizing money instead of a child in the Catholic church, that money can become interest bearing capital, while the child will be deprived of its rightful chance of entering heaven.*”
Michael Taussig, 1977: 130
a
Timbio** – 18 Aprile 1954
a
(entra)
a
Ecco gli sguardi.
Sapevo sarebbero arrivati, era troppo che mancavo a una messa.
Alejandro, sempre pronto a tirarsi indietro di fronte al Giudizio del Signore…
Avete ragione da vendere, bravi! Ragione da vendere!
a
E fede!
Ne avete così tanta… perchè non me ne vendete un po’?
Vendetemela, per cominciare!
Ve lo sto chiedendo!
a
Cos’è, vi faccio schifo?
è anche per la vostra fede se ora sono ridotto così.
Eppure vi costa così tanto cedere a un fratello un solo centimetro del vostro sentiero per il Paradiso eh?
Ma io ve lo pago!!
a
E invece no… bastardi barricati dietro le vostre certezze, dietro gli abiti buoni, i rosari, le ginocchia livide.
E dopo questa farsa?
A mangiare! Ah, che festa!
Vino, e bunuelos e ajiaco e dolci!
E alla fine un bel sigaro per il papà!
a
E ad Alejandro chi ci pensa? Voi no di sicuro fratelli, siete troppo impegnati a stare vicino a Lui, troppo impegnati a puntare il vostro indice sui diversi.
A quanti, dico, a quanti di voi ho offerto aiuto?
Quante famiglie ho salvato!
Io!
Con le mie mani!
a
Andate a chiedere queste cose al vostro Dio!
Andate a chiedergli una dozzina di vacche per il vostro pascolo, e fatemi sapere che vi dice. Fatemi sapere fratelli, perchè io vi offro di meglio!
L’ho sempre fatto.
a
(cammina lentamente fra le panche, in direzione dell’altare, gli occhi dei fedeli su di lui. Rumore di pioggia fuori)
a
Svegliatevi, e guardatevi in faccia l’un l’altro. Resterete a Timbio a marcire per il resto dei vostri giorni mentre io avrò viaggiato il mondo.
Avrò espiato i peccati miei e di mio padre!
Voi invece, voi avrete lavorato per una vita intera, ma non avrete lasciato nulla per i vostri figli.
Vi lascerete consumare dai vizi.
aa
(sospiro, interrompe il passo. Luce filtrata dal rosone. Acqua)
a
E ancora non volete offrire la vostra benedizione al figlio di un fratello che è stato più coraggioso di voi?
Se ora ho tutto, è grazie a mio padre. Se ora voi avete qualcosa, è grazie a me.
a
(il prete interrompe la celebrazione pasquale. Gli fa segno di lasciare la messa)
a
Ma sarà grazie a voi, e solo grazie a voi, se la mia anima non potrà riposare in pace.
a
(esce. Pioggia.)
a
a
* “Nelle estremità meridionali della valle del Cauca, Colombia, si pensa che se si battezzano soldi invece del bambino presso una chiesa cattolica, allora quegli stessi soldi potranno generare altro capitale, mentre il bambino verrà privato della sua legittima possibilità di andare in paradiso.”
a
** Città non troppo lontana dal capoluogo Popayan, distretto del Cauca.
Annunci

2 risposte a “Uno scambio equo

  1. Grazie mille del tuo commento e dei complimenti oltre oceano “Robbie”! 😀

    eh eh come vedi niente moderazio, ci pensa la differenza di fusi a postporre la pubblicazione!

    quando torni (se torni at all) da queste parti? che bello, per una volta sono io a fare questa domanda! 🙂

    Un abbraccio caro, a presto (e complimenti per l’orologio! :D)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...