Intervista a Gabriele Veronesi: il “backstage” di Modena³

Dopo la pubblicazione del documentario “Modena al cubo. Una storia di ipertrofia urbana”, la redazione del Rasoio, in collaborazione con la redazione di Sottobosco.info intervista l’autore, il giornalista Gabriele Veronesi.

Gustatevela…

Annunci

3 risposte a “Intervista a Gabriele Veronesi: il “backstage” di Modena³

  1. Complimenti Claudio!
    Sarebbe meglio dare piu’ visibilita’ al filmato e all’intervista.
    5 milioni di euro per la piscina al parco ferrari??
    l’autodromo di marzaglia???
    costruzioni ovunque e non riqualificazione??

    Come dici tu spesso nel filmato.. “senza essere legati ad una politica di parte.. ma coscienza civica!” che molte persone hanno perso pur di condividere l’idea polita in cui credono e per appoggiare il comune in queste scelte PESSIME

  2. Gli schieramenti tradizionali non si rendono conto di quanto sia meno facile oggi mantenere e produrre consenso. Oggi un giornalista qualificato può in modo indipendente con 500 euro realizzare un documentario come Modena al cubo. Questa libertà è da alcuni vissuta positivamente quando guardiamo Servizio Pubblico che su scala nazionale svolge pienamente la sua attività di giornalismo, spesso contrapponendosi ad una cultura di destra (ma non solo). Viceversa quando la stessa libertà si applica alle realtà locali di sinistra ecco che i comitati, i giornalisti e i cittadini diventano “quelli che vedono solo una parte del problema e sono incapaci di sviluppare uno sguardo a 360°” oppure “persone mandate avanti da qualcuno, aggiungerei della parte avversa (figuriamoci se il Pdl non approva il piano urbanistico di Sitta)”. La politica deve essere coerente ed ascoltare i cittadini, per poi riuscire ad interpretare nelle risposte ai problemi la loro volontà, con un’opera di sintesi che guardi al bene comune. Mi sembra che il dibattito sull’urbanistica perderebbe molto senza il ruolo attivo della cittadinanza e di chi ha una visione diversa da quella dell’assessore Sitta. Quindi complimenti a Gabriele Veronesi e a tutti quelli che non solo tengono gli occhi aperti, ma che hanno la forza di raccontare un altro punto di vista e a chi è capace di proporre diverse idee di città. Penso infine, a differenza di Gabriele, che prima o poi la libertà data dai mezzi tecnologici possa avere la forza di modificare in positivo il rapporto tra la politica e la cittadinanza, correggendo le storture di una politica urbanistica che di certo non trova il consenso della maggioranza dei cittadini.

  3. Pingback: Il Sindaco contro Gabriele Veronesi. « Articoli per Modena e altre destinazioni·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...